Costruire la pace

Di tutte le cose di una certa importanza che possiamo dire del 20° secolo, forse la più elevante per il genere umano è che per la prima volta nella storia del nostro pianeta l’idea di ”Pace Mondiale” può diventare una realtà vivente. Questo concetto non è nuovo.
Attraverso la storia l’umanità ha sempre aspirato all’ideale di un mondo unito e fraterno.
¬- Socrate e Epitteto parlavano di Cittadinanza Mondiale;
- Platone e Pitagora di un Governo Illuminato che conducesse gli stati e la gente alla pace;
- Marco Aurelio previde una Comunità Mondiale;
- Buddha e Gesù parlavano di una comune origine Divina degli esseri viventi;
- Virgilio, Dante, Rousseau, Kant, Tolstoi , Mazzini, Gandhi e numerosi altri hanno presentato quest’ideale ad un mondo che ne aveva bisogno. Perché allora l’ umanità ha sempre parlato di pace e si è sempre preparata alla guerra?
La risposta è che alla base di tutte le guerre (calde o fredde che siano, ideologiche, economiche religiose o sociali) vi è un fondamentale “Senso di Separatività” che è radicato in modo profondo e diffuso nella psiche umana.
Oggi sembra addirittura naturale che ciascuno pensi a sé come un essere solo e separato da altri individui.
Non solo, ma anche quando si tratta di un gruppo, vi è l’esaltazione dell’unità separata: una razza prediletta, una cultura più avanzata, una religione più importante, una nazione più forte, un gruppo più perfetto, una squadra più bella e così via. ……………..
La pace è il risultato di giuste relazioni umane e di giuste relazioni mondiali.
È un effetto non una causa.
È l’effetto di un ordine politico, economico e sociale, di armonia e sintesi fra le varie religioni e fra Scienza e Religione, Politica ed Educazione, Economia ed Ecologia.
Pace e guerra non sono in realtà una coppia di opposti, non sono in antagonismo.
Lo sono Pace e Movimento, Pace e Cambiamento.
La Pace di cui si sente sovente è la pace materiale, la pace di chi sta bene nel suo piccolo mondo, la pace di chi ha denaro, cibo divertimento a sufficienza e che ha paura che la guerra glielo possa portare via. Pensiamo a milioni di persone che muoiono di fame mentre noi mangiamo 3 – 4 volte in più del nostro fabbisogno giornaliero; e oltretutto mandiamo al macero migliaia di tonnellate di frutta e cereali; pensiamo alle ingiustizie sociali ed economiche in cui versano milioni di bambini, donne e anziani; pensiamo ai milioni di persone nel mondo che devono combattere contro le malattie senza né medicine, né assistenza sanitaria mentre noi buttiamo ogni anno tonnellate di medicinali, e miliardi per diete dimagranti; pensiamo alla carneficina di animali, che ogni anno avviene sotto ai nostri occhi solo per nutrire un nostro pregiudizio e un nostro artefatto gusto. Ed infine pensiamo alla “strage degli innocenti” che ancora avviene sotto i nostri occhi per bambini maltrattati e violentati mentre noi ci occupiamo della nostra depressione, dei nostri piccoli problemi quotidiani o dell’abito da indossare per la prossima festa.
Come può la Pace essere realizzata nel Mondo?
Allora non si può discutere della pace ma bisogna parlare dell’Amore che sovente disturba l’equilibrio della materia, l’equilibrio sociale e psicologico dell’uomo.
Quindi Felicità e Pace verranno quando ci saranno vere e giuste relazioni umane, e la guerra, ci ha dato un’ottima lezione per imparare tutto ciò……
La Pace dovrà perciò essere basata sulla buona volontà, su buoni rapporti con sé stessi, la famiglia, la città, la nazione, le razze, le religioni di tutto il mondo, a partire da ogni singolo cittadino.
Questo può essere, e di fatto lo è, il presupposto per la nascita di una Fratellanza mondiale costruita giorno per giorno dalle azioni, dai desideri, dalle parole e dai pensieri quotidiani.

Poiché se è vero che le guerre iniziano nelle menti degli uomini, è anche vero che qui devono essere costruite la difese della pace.
La pace della mente si ottiene attraverso 4 qualità fondamentali:
1) La Simpatia e la Comprensione verso tutti gli esseri umani
2) La Tenerezza verso tutti gli animali, piante e fiori;
3) La Persistenza verso i Principi della Fratellanza, dell’Unità nella Diversità, del rispetto della Dichiarazione dei Diritti Umani;
4) Il Distacco dal piacere e dal dolore, dalla tristezza e dalla depressione, dagli alti e bassi dell’umore e della Vita.
Si fa evidente allora il Valore dello sviluppo della Scienza della Pace, di una educazione alla Pace che conduca il bambino, il giovane e l’adulto alla riscoperta della Vera Pace interiore che con il tempo conduce all’Autorealizzazione e alla Saggezza, e così costruire una nuova Umanità al fine di costruire una Nuova Era per una Nuova Terra.
“Gli antichi volendo avere il popolo con un buon carattere cercarono di mettere in ordine la vita nazionale. Ma essi cominciarono prima a mettere in ordine la propria famiglia. E prima ancora cercarono di mettere in ordine la propria vita personale. E nella propria vita personale cercarono di avere un Cuore Retto. E prima ancora di questo cercarono di avere una Volontà Sincera”. Solo così può nascere la Vera Pace, che non è sterile pacifismo, né ostentato militarismo, né falsa democrazia o pseudo – socialismo, né interessato colonialismo, né crudele traffico d’armi.
Dobbiamo perciò creare situazioni dove insieme combattiamo per la Pace, per la Libertà e per la Fratellanza, dove siamo alleati in questo compito invece di essere continuamente l’uno contro l’altro: popolo contro popolo, nazione contro nazione, religione contro religione, partito contro partito, gruppo contro gruppo, famiglia contro famiglia.
In tal modo emergono alcuni significati della Pace che possiamo usare come pensieri-seme nella nostra vita quotidiana, nella famiglia , nella scuola e nel lavoro:
Pace è : raggiungerla insieme agli altri, non da soli.
Pace è : lottare per gli altri, per il bene insito in ogni essere umano.
Pace è : considerare la Terra come un organismo vivente.
Pace è : educare all’Armonia e alla Responsabilità.
Pace è : conseguire l’obiettivo della nostra vita in modo che il nostro Se’ possa dire “ Ho compiuto ciò che intendevo”.
Pace è : partire dall’Informazione per arrivare alla Conoscenza per completarla con la Saggezza
Pace è : discernere tra la libertà essenziale dello spirito umano e l’imprigionamento dello spirito umano.
Pace è : comprendere che sebbene le vie siano molte, tutte conducono all’unico Dio:
Pace è : capire che un atteggiamento di odio, ostilità o sospetto evocherà un analogo atteggiamento di odio, ostilità e sospetto.
Pace è : sapere che quel che seminiamo raccoglieremo.
Pace è : realizzare che non c’é problema che non possa essere risolto con la buona volontà.
Pace è : far capire che per conseguirla, l’umanità ha due grandi responsabilità: la prima è il disarmo interiore; la seconda è il disarmo esteriore.
Pace è : la scienza permeata dai valori etici ed espressa come servizio all’umanità.
Pace è : trasformare il successo e la competizione in altruismo e responsabilità.
Pace è : ricercare l’essenza di tutte le fedi e ideologie , ciò che ci unisce e non ciò che ci divide.
Pace è : riconoscere che una opinione pubblica educata ed illuminata è la forza positiva più potente del mondo.
Pace è : costruire in ogni città un “Luogo della Pace”.
Pace è : riconoscere che tutta la nostra conoscenza è stata costruita in modo comunitario: non vi sarebbe né astrofisica, né medicina,
né storia, e neppure un linguaggio se l’uomo fosse un individuo solitario ed egoista.
Pace è : rendersi conto che la Pace potrà venire soltanto quando tu stesso sarai pacifico, quando tu stesso sarai in pace con chi ti circonda.
Pace è : far emergere l’elemento essenziale insito in ogni religione e tradizione: Amore è Amore, Saggezza è Saggezza, Condivisione è Condivisione. Questi sono valori universali.
Ed infine
Pace è : PACE FRA GLI UOMINI,
PACE CON LA NATURA,
PACE CON DIO.